In offerta!

Amélie – Diario di una psicoterapia

22,80

Massimiliano De Somma, nasce a Napoli nel 1965. Nel 2000 si laurea a pieni voti in Psicologia, indirizzo Clinico e di Comunità, presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma. Dal 1998 ha collaborato con l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario “Filippo Saporito” di Aversa dove ha realizzato e preso parte a numerosi progetti di formazione del personale e di trattamento della popolazione internata, maturando esperienze terapeutiche nella conduzione di gruppi con malati di mente autori di reato.

Autore di numerosi articoli nell’ambito psicologico-trattamentale e della malattia mentale, ha maturato esperienze in ambito psichiatrico-forense, diagnostico, riabilitativo, terapeutico e formativo come consulente del Ministero della Giustizia e docente nelle Scuole di formazione del Personale dell’Amministrazione e della Polizia Penitenziaria.

Attualmente svolge attività di psicologo psicoterapeuta e docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dell’IGAT Istituto di Gestalt e Analisi Transazionale di Napoli. Inoltre lavora da anni come psicoterapeuta in setting individuale e di gruppo, facendo della creatività, della relazione e del contatto i suoi principali strumenti di cura.

Ha scritto “La storia di Nabuc, storie di stra-ordinaria follia delirate ed allucinate dai ricoverati dell’OPG di Aversa”, edito nel 2015 da Arduino Sacco Editore.

COD: 978-88-9291-021-8 Categorie: ,

Descrizione

di Massimiliano De Somma

Cosa accade in una seduta di psicoterapia? Come e perché  si va in terapia? Cosa si dice allo psicoterapeuta e cosa risponde lui? Serve veramente? A queste e ad altre domande risponde Amélie, nome di fantasia ma protagonista reale di questo viaggio interiore che, attraverso centinaia di e-mail scritte al suo terapeuta durante il suo percorso di crescita e consapevolezza, descrive una storia di ansie e paure, di giovane studentessa alle prese con esami e professori, di relazioni sentimentali omosessuali, di amicizie vere e di convenienza, di dinamiche familiari conflittuali di rifiuto e svalutazione reciproca.

Tutto ci  permette di comprendere a fondo cosa avviene in un processo terapeutico di trasformazione e crescita e come questo, attraverso lo sviluppo della consapevolezza, della responsabilità e della capacità di osservare le cose da diversi punti di vista, possa favorire un cambiamento rimuovendo i blocchi, gli ostacoli e le resistenze che limitano i nostri processi evolutivi naturali, la nostra autoregolazione organismica.

Qui e ora avviene la nostra vita, e Amélie si rende conto di come abbia permesso al passato di continuare a influenzare il presente, così come l’inesistente futuro ad angosciarlo.

Solo nell’attimo presente ritrova pace, equilibrio e la capacità di viverlo. Cambiano così i suoi punti di vista, le relazioni, le dinamiche familiari, i suoi interessi, gli obiettivi, non senza difficoltà ne conflitti tra il restare Bambina alla ricerca di una mamma buona, e il lasciarsi andare verso l’Adulta consapevole e responsabile delle proprie potenzialità.

Come un romanzo, suggerendo libri da leggere, film da vedere e musica da ascoltare, racconta quattro anni della propria esistenza fino ad arrivare a un colpo di scena finale, la scoperta di un segreto di famiglia, che non metterà fine al suo viaggio, dandole invece l’opportunità di aprirlo verso altri orizzonti e a sempre nuove e continue scelte, così come è la vita.

pag. 496

€ 24,00

ISBN 978-88-9291-021-8

Informazioni aggiuntive

Peso 500 g
Dimensioni 21 × 15 × 2 cm
Anno di pubblicazione

2021

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Amélie – Diario di una psicoterapia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *